Gli esordi di Manjila la sessione cubana del Fatalbecco

In un giorno di pioggia, preso da un pò di nostalgia del passato, mi sono imbattuto in questi filmati di qualche hanno fà.

Protagonista assoluta  una piccola, ma già immensa Manjila, che all’età di soli 60 giorni, insieme alla sorella Muchacha dimostrava una assoluta ed innata predisposizione per la ricerca del tartufo con tutte le caratteristiche tipiche richieste dallo standard di lavoro, portamento della testa, concentrazione e sopratutto un’esagerato e perfetto movimento di coda .

 

 

Manjla e Muchacha sono figlie della pluripremiata CUBA, già campione regionale giovani e adulti e campionessa sociale di lavoro Giovani del Club Lagotto Romagnolo. Il papà invece è il nostro Eco Baleno del Fatalbecco, anche lui vincitore di alcune prove di lavoro del Club, nonchè di numerose esposizioni canine e sopratutto ricercatore del Re dei tartufi, il Tuber magnatum pico.

Nel filmato, i cuccioli di lagotto romagnolo, hanno soltanto 60 giorni ma già dimostrano un nutrito interesse per la ricerca del tartufo, con uno spiccato senso di possessività e determinazione nella fase di scavata. Abbiamo già iniziato ad alternare il barattolino contenente olio aromatizzato al tartufo ed il tartufo fresco.

Le nostre due principesse saranno all’altezza della mamma????

Gli esordi della nostra Manjila la sessione cubana del Fatalbecco. A solo 75 giorni dimostrando una grande avidità ed una innata propensione alla ricerca del tartufo.
Manjila nel tempo è diventata il mio primo lagotto romagnolo CAMPIONE ASSOLUTO, ossia ha ottenuto sia il titolo di campione italiano di bellazza sia quello di campione italiano di lavoro.
Essendo anche esente displasia HD A ED 0 è di diritto RIPRODUTTRICE SELEZIONATA.
Nella sua carriera Manjila ha vinto il RADUNO MONDIALE del Club Italiano lagotto su oltre 200 soggetti iscritti a catalogo, divenendo così anche CAMPIONE SOCIALE CIL.
Che dire di più………la punta di diamante dell’ALLEVAMENTO DEL FATALBECCO

 

 

Manjila la sessione cubana del Fatalbecco ed il suo primo tartufo vergine a soli 75 gg dalla nascita.
Una predisposizione alla ricerca del tartufo frutto di un attenta selezione genetica ha portato a questo fantastico ed entusiasmante risultato.
www.lagottoromagnolo.info

Comments

comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *